Zatterine fitodepuranti, la messa in mostra oggi 28 maggio

Le zatterine fitodepuranti o fioriere galleggianti a Torviscosa (UD) evento svoltosi stamattina alle ore 11.00. Queste zatterine con base di plastica e arricchite da piante ed erbe palustri sono il frutto di un lavoro svolto dagli alunni delle scuole secondarie di primo grado di Porpetto, San Giorgio di Nogaro e Torviscosa che si fonda sulla sensibilizzazione ecologica della popolazione intorno all’area SIN (Sito contaminato di Interesse Nazionale) Caffaro di Torviscosa nella Riviera Friulana. Ecco tutti i dettagli del progetto e dell’evento inaugurale.

Il progetto delle zatterine di Rete Wigwam

Il progetto, che ha visto gli alunni protagonisti di questo lavoro, è stato promosso da Rete Wigwam insieme all’Istituto Comprensivo Università Castrense ed è stato reso possibile grazie a un contributo del Ministero della Transizione Ecologica e con il supporto della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, Direzione Marittima di Trieste – Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Nogaro. A causa del Covid e alle conseguenti interruzioni delle attività scolastiche, si è dilungato per due anni scolastici e ha visto i ragazzi impegnati in una prima fase di ricerca dove sono stati redatti articoli sull’ambiente e sulla comunità locale in cui vivono. A questa fase è seguita il lavoro pratico vero e proprio. Qui i partecipanti si sono cimentati direttamente nella costruzione delle zattere.

Le zatterine

La base di queste zatterine è costituita da bottiglie di plastica per favorire il loro galleggiamento e sopra queste sono state poste erbe e fiori palustri raccolti direttamente dai bambini. La fitodepurazione è sicuramente l’aspetto principale che è alla base di questo progetto: questo sistema di depurazione naturale delle acque reflue domestiche, agricole e in alcuni casi anche industriali, riproduce il principio di autodepurazione degli ambienti acquatici delle zone più umide. L’utilizzo di questi sistemi di depurazione, soprattutto nel campo delle acque reflue, è divenuto uno strumento particolarmente diffuso anche a livello mondiale. La struttura galleggiante, realizzata interamente dai ragazzi coinvolti nel progetto, è un tassello del progetto avviato per migliorare le acque. In occasione del varo delle piccole zattere di erbe e piante sono stati presenti, il Sindaco di Torviscosa Roberto Fasan, il Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Università Castrense Matteo Burattin, il Segretario Generale dell’Unione Nazionale dei Giornalisti Agroalimentari e Ambientali (Gruppo di Specializzazione della FNSI) Gianpaolo Girelli e il Presidente di Rete Wigwam Efrem Tassinato.

Wignam

Wigwam è un’Associazione Nazionale di Protezione Ambientale riconosciuta dal 2017 ed è da sempre in prima linea per quanto riguarda le attività di sensibilizzazione ambientale. E’ stata fondata in Veneto il 3 dicembre 1973 con la Comunità Ecologica Wigwam di Brusadure di Bovolenta (PD) e la Piccola fattoria in cui si promuovevano produzioni agricole senza l’utilizzo di veleni e valorizzazione attraverso la vendita diretta e la trasformazione gastronomica diretta. Oggi la Rete si compone di ben 120 Comunità Locali dislocate in ben 21 Paesi in tutto il Mondo e la Mission è data dalla promozione e al sostegno della transizione dei territori a favore di uno sviluppo equo.

Milano
poche nuvole
25.2 ° C
26.6 °
23.6 °
55 %
1.3kmh
20 %
Sab
25 °
Dom
21 °
Lun
21 °
Mar
22 °
Mer
22 °

Potrebbe interessarti: