Bimbo senza vaccino rifiutato dalla scuola: i genitori chiamano i carabinieri, ma resta fuori

0
591
Booking.com

Primo giorno d’asilo e, come prevedibile, primi problemi per l’obbligo di vaccinazione per i piccoli alunni.

Dal 12 settembre, infatti, i bimbi per poter prendere parte alle “lezioni” dovranno essere necessariamente vaccinati, come stabilito dal decreto Lorenzin che regione Lombardia ha recepito in pieno, cancellando anche l’ipotesi iniziale di una proroga di quaranta giorni per permettere alle famiglie di mettersi in regola.

Bimbo non vaccinato: arrivano i carabinieri a scuola

Martedì mattina momenti di tensione si sono registrati all’esterno dell’asilo di via Goldoni, dove un bimbo è stato rifiutato proprio perché i genitori non hanno presentato – il termine scadeva ieri – né il certificato vaccinale né l’autocertificazione.

Come previsto dalla normativa, la dirigente scolastica ha invitato i genitori dell’alunno a compilare l’apposita autocertificazione con cui gli stessi si impegnavano a sottoporre a vaccinazione il bambino entro marzo 2018, ma i due si sono rifiutati ribadendo la loro scelta di non vaccinare il piccolo.

Davanti al no della direzione scolastica, i due – che non hanno vaccinato il piccolo per scelta – hanno chiamato i carabinieri. I militari, arrivati dopo circa un’ora, hanno potuto fare poco e nulla: il bimbo è rimasto fuori dalla scuola ed è tornato a casa.

Soltanto lunedì, in previsione di eventuali problemi, la vicesindaco Anna Scavuzzo aveva lanciato un appello affinché “non ci siano momenti di tensione. L’ingresso della scuola non è il luogo dove discutere, questa situazione non deve ricadere sui bambini. Ribadisco – aveva detto – la mia disponibilità a incontrare queste famiglie”.

Vaccini obbligatori: 19 bimbi fuori da scuola

E la famiglia di via Goldoni, in effetti, non è l’unica ad aver ignorato l’obbligo vaccinale.

Secondo il Comune, martedì sono stati 19 su 33mila i bimbi rimasti fuori dalle aule delle scuole dell’infanzia di Milano, sempre per “problemi” legati ai vaccini. Almeno altre trenta famiglie, anche loro non in regola con il nuovo decreto, hanno preferito lasciare direttamente i bambini a casa.

Sono 3.300 – stando ai dati forniti da palazzo Marino – le famiglie che non hanno consegnato i documenti vaccinali: per i loro figli, come prevede la legge, le porte delle scuole resteranno chiuse. E anche i carabinieri, come successo martedì mattina, potranno fare poco. 

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.