Quanto guadagna un pilota di linea? Al mese, Italia, internazionale

0
54

Pilota di aerei: una professione, una passione, uno stile di vita

Mansioni, formazione e stipendio pilota aerei

Quanto guadagna un pilota di linea? A seconda della formazione, esperienza e qualifiche i piloti possono pilotare aerei di linea, passeggeri e cargo o, ancora, aerei commerciali ed anche aeromobili utilizzati nelle operazioni antincendio e di salvataggio. Alcuni sono responsabili di voli charter o, addirittura, di irrorazioni aeree agricole. Alcuni sono piloti civili altri militari.

Ad ogni modo, alcune della mansioni principali sono comuni a tutti, come ad esempio:

  • Attenersi a una lista di controllo per il controllo dei motori e di altri sistemi aeronautici prima del volo

  • Assicurarsi che il peso dell’aereo sia ben bilanciato

  • Controllare gli orari dei voli, il carburante e le condizioni meteorologiche prima della partenza

  • Comunicare con la torre di controllo e ricevi istruzioni per il decollo e l’atterraggio

  • Monitorare il consumo di carburante e il funzionamento degli altri sistemi dell’aereo

  • Controllare l’aereo con gli strumenti e i meccanismi nella cabina di pilotaggio

  • Garantire decollo e atterraggio senza intoppi.

Un lavoro piuttosto impegnativo tanto che, negli aerei più grandi, sono due i piloti incaricati di pilotare l’aereo. Il più esperto assume il comando dell’aereo e del suo equipaggio come capitano. Il secondo pilota è conosciuto invece come “primo ufficiale” e la sua responsabilità principale è assistere il capitano durante il volo e assumerne il comando se necessario. Il primo ufficiale ha anche il compito di comunicare con la torre di controllo e di attuare le azioni correttive.

I piloti commerciali devono, invece, pianificare i loro voli fino all’ultimo dettaglio, quindi sono richieste eccellenti capacità di gestione del tempo. I decolli e gli atterraggi sono le parti più critiche, durante le quali il capitano ed il copilota devono lavorare in perfetta coordinazione.

Anche per questo motivo, Il processo di formazione per diventare un pilota può essere non solo molto lungo, ma anche molto costoso, a volte fino a 100.000 euro. Ad ogni modo, c’è da considerare il fatto che quella del pilota aereo di linea è la sesta professione a tempo pieno più in Italia.

Stipendio pilota aereo: quali sono le differenze

Il volo è una professione gratificante dal punto di vista finanziario e personale. I piloti seguono una formazione approfondita per sviluppare un set di abilità davvero unico nel suo genere. Di conseguenza, sono anche ben ricompensati. Ma quanto guadagna un pilota di aerei?

Recenti studi dimostrano che lo stipendio medio annuo per i piloti aerei commerciali è di 86.080 euro all’anno, mentre per i piloti di linea, i copiloti e gli ingegneri di volo è di circa 147.200 euro annui. 

Oltre alla retribuzione annuale, i piloti hanno diritto all’assicurazione sanitaria, sulla vita e all’invalidità aziendale, nonché ai piani pensionistici di tutto rispetto.

Un pilota civile commerciale, invece, è uno specialista dell’aviazione certificato che detiene uno specifico certificato, che consente loro di pilotare legalmente un aeromobile. Sono per lo più addestrati all’utilizzo di piccoli velivoli, della navigazione, nella pianificazione del volo cross-country e nelle procedure di emergenza.

Questi specialisti possono arrivare a guadagnare anche più di 200.000 euro annui

Ad ogni modo, mediamente lo stipendio di un pilota internazionale è di circa 72.524 euro. Per rendere meglio l’idea, è l’equivalente di 1.395 euro a settimana, ovvero 6.044 euro al mese.

Insomma una carriera che anche i più giovani hanno da tenere sicuramente in considerazione

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here