Un avvocato annuncia come non pagare il Canone RAI 2016

 

Il Canone RAI  è tutt’ora una delle tasse più disprezzate dagli italiani, dal momento che  è stato inserito nella bolletta della luce è visto ancora peggio  dai contribuenti.

Il settimanale Panorama espone come siano vigenti gli estremi per impedire il pagamento del canone televisivo.

Tanto per iniziare il canone Rai è una tassa espropriativa, vale a dire che in pochi anni il pagamento della tassa supera il valore dell’oggetto, ma la cosa che  più grave è l’introduzione del pagamento inserendolo nella bolletta dell’energia elettrica destinata alla fornitura di altri servizi, una richiesta che a quanto sembra non è legittima.

Le altre spiegazioni sono quelle a cui ci si invoca ormai da anni poichè la Rai è una delle poche televisioni di stato che oltre a riscuotere il finanziamento tramite una tassa incassa utili anche dalla pubblicità per il 43% mentre, ad esempio, la Bbc Inglese ha il divieto di fare campagne pubblicitarie.

Gli stratagemmi per non pagare il canone Rai in bolletta sono molti:  presentare l’autocertificazione di non possesso della Tv e comprarla subito dopo, tanto la dichiarazione ha valore annuale. Si potrebbe donare la Tv ad un amico o un parente, inviare l’autocertificazione di non detenzione e, quindi, farsi restituire l’apparecchio. Ma questi stratagemmi risultano essere molto complicati.

L’avvocato  Luigi Piccarozzi tributarista, invece, annuncia di avere già pronti ricorsi contro il canone Rai in bolletta per presentare una vera e propria class action quando sarà richiesto il pagamento del canone poichè ci sono gli estremi per una causa collettiva. Non c’è alcun dubbio che all’iniziativa parteciperanno moltissimi italiani anche perchè l’avvocato assicura che le possibilità di successo sono molto alte.

Milano
poche nuvole
28.1 ° C
29.8 °
23.9 °
60 %
2.7kmh
20 %
Sab
27 °
Dom
30 °
Lun
28 °
Mar
27 °
Mer
29 °

Potrebbe interessarti: