Quanto guadagna un negozio di cialde? Costi, caffè, fatturato

0
129

Il mercato del caffè è uno dei settori che ha subito le maggiori modifiche nel corso dell’ultimo decennio. L’esplosione della vendita delle capsule e delle cialde ha progressivamente portato alla sostituzione delle moka nelle abitazioni e dei maxi distributori negli uffici.

Ne consegue che con l’invasione delle macchinette per cialde, è esploso anche il franchising di questo settore. Un negozio di capsule caffè è ormai presente quasi in ogni strada nelle città e al momento la crescita sembra non volersi arrestare. Vendere caffè in cialde però non vi renderà ricchi o almeno gli introiti sono legati a diversi fattori. Se vi state chiedendo quale negozio aprire per guadagnare molto nel lungo periodo, forse dovete orientarvi altrove.

Fatturato negozio cialde caffè

Aprire un negozio di cialde caffè è relativamente semplice, ma come dicevamo agirete in un mercato ormai saturo. Vediamo comunque come si può ingranare ugualmente. Solitamente le vendite sono numericamente elevate, ma la percentuale di guadagno è molto risicata. Esiste tuttavia un 10% di attività di questo settore che riesce a portare a casa introiti notevoli pur non facendo numeri clamorosi di vendite. I negozi che fanno il boom guadagnando dai 2mila ai 5mila euro sono in realtà quelli che riescono a specializzarsi non condannandosi all’omologazione alla quale abbiamo assistito in questi anni complice l’esplosione del mercato.

E quindi quando guadagna il negozietto di cialde sotto casa ? Il 90% di queste attività difficilmente porta a casa oltre mille euro al mese ed è per questo motivo che si tratta essenzialmente di negozi monofamiliari, senza dipendenti e spesso gestite in contemporanea con altre attività.

Franchising capsule caffè e cialde

La domanda a questo punto è una: che negozio aprire per guadagnare bene nel settore del caffè? Il problema reale ovviamente non è sul prodotto in se stesso che ha vendite assicurate dall’elevata richiesta. La questione centrale è che in pratica vendono tutti gli stessi prodotti e le medesime marche. Differenziarsi è molto complicato, ma è l’unica strada per non avere guadagni risicati. Ovviamente c’è anche il discorso inverso da fare: molti vogliono un guadagno anche minimo però sicuro e quindi a loro non conviene rischiare con prodotti sconosciuti ai clienti.

Decisivo per chi apre questa attività è il momento della formazione che permette di conoscere il prodotto e di studiare poi le strategie per la vendita delle cialde. Spesso i titolari di queste attività si basano essenzialmente su poche informazioni, peraltro reperite in qualità di clienti. Chiedere la consulenza di esperti è, invece, fondamentale per conoscere quali potrebbero essere i punti deboli della propria attività.

Per aprire un negozio di caffè non basta conoscere la bevanda; bisogna studiare a fondo le dinamiche di un settore che può sembrare semplice all’apparenza, ma nasconde alcune insidie. Il fulcro di questo ragionamento è imperniato sulla scelta delle marche di cialde da vendere in negozio. Se si procede su quelle conosciute si avranno vendite immediate, ma gli introiti caleranno a lungo termine.

Posizionarsi in un segmento specifico con un prodotto esclusivo può diventare il primo passo verso il successo dell’impresa. Discorso diverso va fatto per le capsule, dove si lavora soprattutto sul modello del franchising a seconda degli strumenti dati in dotazione al cliente per la preparazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here