Sacerdote invia scatti hot nelle conversazioni della parrocchia: la diocesi lo allontana. Lui si difende cosi: «Mi hanno hackerato il telefono»

0
36
Booking.com

Una vicenda che ha davvero dell’incredibile quella che vi stiamo per raccontare in questo nuovo articolo. Uno scatto hot nelle conversazioni della parrocchia, un gruppo Whatsapp riservato ai genitori dei più piccoli che avranno modo di ricevere la cresima o la comunione. Per questa motivazione un sacerdote è stato subito allontanato dalla Diocesi di Padova. Il responsabile del gesto è un prete 73enne, collaboratore del parroco, che si è difeso respingendo ogni accusa rivelando le seguenti parole: «Mi hanno hackerato il cellulare».

«Appena appreso il fatto e in attesa di valutare le esatte circostanze dell’accaduto e di eventuali ulteriori provvedimenti da attuare nei confronti del sacerdote – evidenzia una nota – la Diocesi ha provveduto immediatamente ad allontanarlo dalla parrocchia dove prestava servizio e da qualsiasi altro ambito pastorale, a tutela della serenità delle persone coinvolte e di tutta la comunità».

Era stato il medesimo prete a creare la conversazione con l’aiuto di due catechiste, per tenersi aggiornati sulle info che riguardano ovviamente la parrocchia di appartenenza. Tra un messaggio e l’altro è spuntata cosi dal nulla la foto hot che ha fatto imbestialire e non poco i genitori dei bambini.

Commenti

commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.