Quanto guadagna Fausto Biloslavo? Al mese, all’anno, incidente

Chi è Fausto Biloslavo

Fausto Biloslavo è uno dei corrispondenti di guerra più noti e attivi in Italia. Complice l’esperienza maturata sul campo, assolutamente non nuovo agli scenari di guerra, Fausto Biloslavo non ci ha pensato due volte a partire anche per l’Ucraina.

Il suo intento, come ha sempre fatto, è quello di raccontare, fin dall’inizio e quasi in tempo reale, la follia della guerra che imperversa, oramai da mesi, in Ucraina, per mano del russi.

Triestino di nascita, Fausto Biloslavo è nato nella città friulana, il 13 novembre del 1961. A quasi 62 anni, nonostante la pericolosità della situazione, in cui, è bene ricordare, alcuni giornalisti sono rimasti uccisi, Fausto ha ancora voglia di raccontare la verità direttamente sul campo.

Il suo percorso di studi è iniziato nella sua città natale: si diploma all’Istituto Nautico e ad esso seguono l’iscrizione e la successiva laurea alla Facoltà di Scienze Politiche. Dopo un breve periodo di riflessione decide di intraprendere la carriera da giornalista.

La Carriera

Si denota fin da subito la propensione di Fausto Biloslavo per il tipo di giornalismo che intende intraprendere. Già nel 1982 è pronto a partire per il Libano, per docuementare la guerra attraverso i suoi scatti fotografici.

L’anno seguente insieme ai suoi colleghi Gian Micalessin e Almerigo Grilz, fonda l’agenzia di stampa, Albatross Press Agency che fin da subito riscontra l’interesse di altri grandi marchi dell’editoria, che non si lasciano scappare l’opportunitò di collaborare con loro, tra cui il Sunday Times.

Da qui inizia la sua escalation come corrispondente di guerra, iniziando a correre anche seri rischi e conoscendo anche la prigionia. Questa avviene nel 1987, in Afghanistan, ad opera dei simpatizzanti russi, che lo catturano ed imprigionano per ben 7 mesi.

Non manca la sua presenza in quella che oggi è l’ex-Jugoslavia e nel 2001 è presente in una Kabul liberata. Ed è stato proprio a Kabul che il giornalista è rimasto vittima di un grave incidente stradale che, per fortuna, si è risolto nel migliore dei modi. Sempre nei primi anni duemila è la volta della guerra in Iraq e rimane in loco fino alla capitolazione di Saddam.

Quest’anno documenta la guerra Ucraina, per conto di TgCom24, raccontando le fasi della guerra, le azioni di resistenza dei soldati ucraini su quelli russi e la situazione dei civili, tra chi tenta la fuga e chi non vuole lasciare la propria partia.

Vita privata e stipendio

La sua vita privata, a differenza della sua carriera, è tenuta ben lontano dalle telecamere e dalle cronache. E’ molto geloso della privacy della sua famiglia e non lo nasconde di certo. Quello che sappiamo è che nel 1997 ha conosciuto sua moglie Cinzia con cui si è sposato due anni dopo. Dal loro matrimonio è nata la figlia Beatrice e continua a vivere a Triste con i suoi cari.

Non è dato sapere quale sia il compenso di un inviato di guerra come lui per mettere a repentaglio la propria vita in situazioni come quelle che Biloslavo vive ad ogni partenza, senza sapere se ci sarà un ritorno.

Il giornalista è molto riservato anche sotto questo aspetto. Sappiamo che lo stipendio mensile di un inviato di guerra va dai 2.000€ ai 7.000 € mensile (uno stipendio annuo tra i 26.000€ e gli 80.000e annui), da questo possiamo farci un’idea (che non può che rimanere tale e non è assolutamente certa) di quanto guadagna Fausto Biloslavo.

Milano
cielo sereno
29 ° C
30.5 °
27.7 °
39 %
2.7kmh
0 %
Lun
28 °
Mar
29 °
Mer
28 °
Gio
28 °
Ven
30 °

Potrebbe interessarti: